La Voce Di Dentro

sulle "note" del BenEssere psicologico

Inside Out: #Emozionicercasi

6 commenti

Chiunque ha visto Inside Out è rimasto affascinato dalla notevole capacità con cui sono state rappresentate le emozioni primarie: innate ed universali. Gioia. Tristezza. Paura. Disgusto. Rabbia.
In realtà, a queste si dovrebbe aggiungere Sorpresa, la sesta emozione primaria compresa nella teoria di Ekman e Friesen. Ogni emozione è accompagnata da espressioni della mimica facciale, atteggiamenti e posture del corpo.

Dalla combinazione delle emozioni primarie nascono le emozioni secondarie, che si sviluppano con la crescita dell’individuo e grazie alle interazioni sociali. Navigando in Rete, ho scovato un articolo su Vox con un’interessante immagine, che spiega ogni possibile sovrapposizione emotiva contenuta nel film.

emozioni complesse inglese

E che ho cercato di rendere accessibile a tutti.

emozioni complesse

Ora non sto qui a ribadire l’importanza dell’espressione ed accettazione delle emozioni, l’utilità delle emozioni negative come Tristezza per poter raggiungere uno stato di benessere oppure di come sia necessario conoscerle per poterle utilizzare al meglio nella vita di tutti i giorni.

Voglio, invece, sottolineare l’importanza della collaborazione tra i vari personaggi rappresentati dalle Emozioni. Sì, perché ogni emozione di Inside Out poteva chiaramente rappresentare un atteggiamento di vita assunto da un individuo piuttosto che da un altro.

paura e ansia C’è chi ha Paura dei cambiamenti. E decide di tenere tutto sotto controllo, o almeno ci prova fino allo sfinimento [che può assumere diverse forme, le più comuni sono la somatizzazione e gli attacchi di panico]. Schematizza e seleziona ogni possibile alternativa di vita, scegliendo – se gli è possibile – quella che lo rende più tranquillo. In preda all’ansia, si preoccupa così tanto da scompensarsi non appena la vita gli presenta un imprevisto! Questo tipo di persona è guardato dagli altri con sospetto oppure con tenerezza.

Inside-out-rabbia-1024x576Oppure c’è chi si lascia annebbiare dalla Rabbia ogni volta che sente di aver subito un’ingiustizia. Tutte le volte che sente tradita la fiducia riposta negli altri. Inizia a disprezzare il mondo, comprese le persone care. Si abbandona, così, all’odio, a scatti di ira. E non si accorge che, così facendo, rischia lentamente di distruggere i legami, considerati ormai lacci stretti. Non si accorge che si sta costruendo una gabbia di solitudine: il vuoto!inside-out-gioia-disgusto

C’è poi chi guarda con sospetto ogni cosa, ma soprattutto ogni persona che gli si avvicina. Chi è preda del Disgusto più profondo per il mondo che lo circonda. Chi è vittima ed artefice dei suoi pregiudizi. Insomma, ognuno di noi ha pregiudizi su tutto e tutti. Ma qui stiamo parlando di chi si affeziona ai propri pensieri a tal punto da non mettere mai in discussione il suo atteggiamento di vita! Persone schiette e dirette sempre, convinte che le proprie parole siano La Verità!
Per questo possono generare negli altri rabbia, invidia, disprezzo.
E sono additate come presuntuose!

Per non parlare di chi deve trovare sempre e solo il lato positivo di ogni situazione, di ogni individuo!
Quelle persone che davvero rasentano la presunzione, perché convinte di sapere sempre ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Convinte di sapere come ci si comporta. Non si accorgono che possono ferire gli altri con la loro irruenza.paura di essere tristi Quell’entusiasmo che talvolta è percepito come superficialità.
Vogliono il primo posto sul podio.
Essere il centro dell’attenzione altrui.
Si ritengono dei leader e vogliono il comando a tutti i costi! Non si accorgono, però, che ne perdono in qualità di relazioni umane. Perché tutti servono! Tutti sono importanti! Tutti sono necessari e utili! Un po’ come è capitato a Gioia con Tristezza. In fondo, la riteneva inutile.

O forse la temeva.

Temeva che potesse rovinare i suoi piani. Ecco perché cerca ad ogni modo di arginarla!

tristezza cambia i ricordiE poi, per finire, ci sono quelle persone che hanno un’autostima così bassa che si ritengono responsabili di ogni male che accada a sé e al mondo circostante. [caspita, quanto pecchino anche loro di presunzione!!!]
Un po’ come per la storia del Re Mida, che tutto ciò che toccava diventava oro. Con loro, invece, tutto diventa negativo. Come accade a Tristezza nel film: è capace di modificare col suo tocco un ricordo significativo e felice, rendendolo triste.

tristezza piange Ci sono persone che si piangono continuamente addosso. Risulta evidente che anche questo atteggiamento di vita, se portato all’eccesso, risulta negativo [e non perché stiamo parlando di Tristezza!].
Piangersi addosso, lamentarsi può servire a restare impantanati in una situazione insoddisfacente e frustrante. Ci rende incapaci di dirigere le proprie energie nel raggiungimento di uno stato interno ed esterno più appagante. E’ per questo che necessitiamo di qualcuno che ci trascini!

tristezza bing bongEppure, solo chi riesce a fare contatto con le proprie emozioni negative è capace di empatizzare con gli altri.
Creare quella vicinanza emotiva che risulta fondamentale nella creazione di legami significativi!

Risulta fondamentale, quindi, non temere le proprie emozioni. Conviverci prima di condividerle con gli altri.

Solo chi riesce ad attraversare i propri dolori, le proprie sofferenze – e non crogiolandosi dentro – potrà raggiungere una forma di benessere altra dall’euforia di Gioia.
sacrificio bing bongProprio lei, Gioia, quando riesce a comprendere il valore della diversità e l’importanza di un’emozione che fino ad allora riteneva inutile, accetta di cedere il suo posto a Tristezza. Mettersi da parte per un bene altro e non per la gloria personale.

Collaborare giova più che competere l’uno contro l’altro!

Un messaggio questo che, prima di Gioia, ci è mostrato da Bing Bong, l’amico immaginario di Riley. Decide di sacrificarsi, finire nell’oblio pur di aiutare Gioia a ristabilire il benessere della sua bambina. La bambina Riley che è cresciuta e non ha più bisogno di lui! [questo momento toccante del film segna il passaggio dall’infanzia all’adolescenza]

Ma ritorniamo ai vari personaggi e all’atteggiamento di vita che rappresentano. Forse vi starete chiedendo quale tra questi sia il migliore.

Non esiste in assoluto!

 

I cinque personaggi portano all’estremo ogni atteggiamento di vita assunto da ognuno di noi. Ognuno di essi è deleterio per il nostro benessere quando ci ostiniamo a perseguire la stessa vi(t)a nonostante ci sentiamo insoddisfatti. Mettiamo in atto i nostri comportamenti in maniera automatica, per abitudine o codardia. Sì, perché per stare meglio c’è bisogno di rischiare un po’ di coraggio! Esercitarsi a nuovi atteggiamenti di vita, imparando dagli altri e non screditandoli. Chiedendo loro aiuto e non scegliendo la solitudine.

Non esiste un modo di essere e di vivere che sia il migliore per tutti.
E.Durkheim

 

Autore: Mariarosaria Imbimbo

Psicologa ed appassionata di musica, vado alla scoperta delle relazioni che la mia persona - alla perenne ricerca di un equilibrio instabile tra mente e cuore - crea tra gli stati d'animo e le canzoni ascoltate.

6 thoughts on “Inside Out: #Emozionicercasi

  1. Film, perché non parliamo più di cartoni ormai, molto costruttivo. Bello, bello, bello, era ora. Era ora perché in un mondo tanto freddo, riusciamo a scaldarci il cuore guardandolo, è piaciuto molto ai miei nipoti, un film che a mio parere per i bimbi, va visto con i genitori, spiegato passo per passo. Una vera e propria evoluzione.
    Bellissimo articolo! Complimenti

    "Mi piace"

  2. L’ha ribloggato su lartediusareilcervelloe ha commentato:
    bellissimo articolo psicologico ma comprensibilissimo su Inside Out.
    Da leggere.

    "Mi piace"

  3. Pingback: Il segreto per sciogliere un cuore di ghiaccio | La Voce Di Dentro

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...